Ho tolto i disclaimer dai commenti.
Ho lasciato solo l’avvertimento della cancellazione di commenti offensivi, che mi sembra il minimo: alla fine c’è in tutti i blog, ma è implicito, mentre io adoro essere chiara fin da subito.
L’ho tolto perchè impauriva. Almeno, così dicono. Non l’avevo messo perchè non mi piace chi dice di non essere d’accordo, anzi, dio solo sa quanto amo discutere, se la discussione non scade nel ridicolo. L’avevo messo per evitare i commenti di certi, ben precisi, blogger non graditi. Blogger conosciuti all’epoca di quella stupida fabbrica, e chi mi conosce da allora sa bene a chi mi riferisco. L’avevo messo per evitare le ragazzine che vengono a chiedere consigli su come avere un blog popolare… a me? e soprattutto, cosa c’è, un trucco? E in ogni caso, lo facevano comunque.
L’ho messo per cercare di evitare che le persone dovessero commentare a tutti i costi per il gusto di insultare, o di sminuire, o di ridicolizzare. Ma alla fine, che facciano cio’ che vogliono, tanto a cancellare non ci vuole nulla. Ma non voglio vietarmi sane discussioni e scambi di idee per colpa di gente stupida.
Per cui, commentate ora. E’ un ordine.