c’è chi si chiede se il blog fa bene o male
c’è chi ha una risposta
male
c’è chi ha un’altra risposta, ma non lo trovo adesso.
pensandoci, nessuno ha mai scritto davvero che il blog è solo positivo.
per me positivo è stato sicuramente. ho passato indenne febbraio 2003 e anche marzo e anche i mesi dopo, nonostante tutto. nonostante fossi a pezzi fisicamente, mentalmente e sopratutto sentimentalmente. da quando ho il blog sono una persona diversa. più estroversa, per quanto ancora non sia in grado di socializzare. dico tanto di me alle altre persone senza timore di sembrare banale, ripetitiva, noiosa o non interessante, perchè tanto lo sono. ne prendo coscienza leggendo il mio blog e i blog degli altri. su mille, uno ci colpisce. ma che male c’è nell’esistenza degli altri? che male c’è nell’esistenza quindi di me, e nelle mie parole a volte futili e inutili per alcuni?
positivo, è stato positivo.
ma è stato anche negativo. con l’andare del tempo diventa un punto fisso. non potrei mai abbandonarlo. non ne sarei capace, ne sono dipendente. e allo stesso tempo vorrei abbandonarlo perchè la positività è andata persa, non sono più libera, come solo la rete di miliardi di fili può farci sentire. sono vincolata, c’è chi mi dice questo non scriverlo, ci sono io che penso questo lo devo tenere per me e via di seguito.

forse il giorno che lo chiuderò, potrò mettere su due piatti il bene e il male e osservare il responso.