ieri una mia collega ha portato vino, paste e salatini per festeggiare.
no, non il compleanno. domenica si sposa.
ha 26 anni, anche se a vederla gliene si danno 23/24. si sposa.
in chiesa, poi andranno nella nuova casa che ha arredato questi mesi da sola, non ha mai vissuto sola, viveva con i suoi. tutto a regola d’arte. luna di miele, ecc.
la cosa mi lascia un po’ sconvolta. da una parte penso che per me non sarà mai così, io so già cosa vuol dire vivere soli o in coppia, e quei primi sei mesi di scoperte, felicità, non torneranno più. non ci sarà più questa novità.
mi lascia sconvolta il fatto che lei sia sicura di aver trovato l’uomo con cui condividere il resto della vita. come fai a essere così sicura? tanto da volerti sposare, voler avere un legame religioso e giuridico con una persona, oltre al legaccio già stretta della fedeltà reciproca? è come autoimbavagliarsi!