dopo lo scasso ci mancava questo.
mi sono un po’ ripresa, anche se a pensarci mi vien solo voglia di piangere, ancora.
sono visibilmente scossa e lavorare è un po’ un problema in queste condizioni.

comunque, ecco come avanza la cosa:
ho telefonato all’assicurazione sede biella, ho spiegato la situazione, spiegato che la polizza è a milano ma io sono di biella, che non ho mai avuto incidenti e che non ho la più pallida idea di cosa fare e se, come favore, potevano assistermi loro. hanno se dio vuole accettato, o credo che ora sarei a correre per strada con un accetta insanguinata. vado stasera appena arriva mio padre (ha lavorato 10 anni nel campo assicurativo, qualcosa più di me saprà!) e – spero – assieme a night che è ancora – per poco – all’oscuro di tutto e che mi ucciderà quando lo saprà.
adesso passo da mia madre, lascio la macchina nel loro garage, che non mi fido a lasciare la macchina in piazza con una porta scassinata e l’altra che nemmeno si chiude. già che son lì, faccio le foto alla macchina, le stampo, prendo la macchina di mia madre, vado a casa e mangio. poi si vedrà. dicono che ho buone possibilità di avere ragione io.
elementi a favore
– i fanali della mia macchina sono integri, parte una strisciata sul lato destro a 5 centimetri dal fanale e prosegue lungo il fianco: se lei aveva già la porta aperta, la prendevo di muso.
– della sua macchina ho toccato esclusivamente la porta, se avessi "sbandato le avrei rigato altre parti della macchina e avrei avuto difficoltà a proseguire dritta e parcheggiarmi poco dopo.
– ho la copia della constatazione amichevole, non firmata, ma in cui la barbie porchata ha scritto "il veicolo ‘A’ si cingeva ad aprire la portiera" nelle osservazioni (punto 14), poi saggiamente cancellato (ma ancora leggibile) dal ragazzo, evidentemente meno stupido. non sto a girare il dito nella piaga puntualizzando che forse intendeva "accingeva" (stava per) e non "cingeva" (abbracciava?!?!?) e che era il conducente, non il veiocolo a stare aperndo la portiera.
– ho sempre l’avvocato di famiglia pronto eh.