Si chiama ormai tradizionalmente ittito la lingua che si nascondeva dietro i geroglifici incisi in iscrizioni rupestri e su altre pietre sparse per l’Anatolia centro-orientale e in Siria.
Questa lingua fa parte del ramo anatolico dell’indoeuropeo, che comprende anche l’ittito (o nesico) ed il luvio cuneiformi e d’altra parte anche il licio ed il lidio.
continua qui…

ANIJA – agire