ieri mattina, il risveglio peggiore della mia vita.
un tizio, nella mia immaginazione un uomo brizzolato, corpulento, con la barba non fatta da due giorni e l’aspetto trasandato, con la voce a metà tra bruno lauzi e baldi, il mio vecchio cane, che distruggeva minuetto di mia martini. distruggeva non è la parola esatta, mi ea venuta in mente ieri la parola che descriveva lo strazio di sentire minuetto privata del suo significato, del su tempo perfetto e della vocalità di mia martini.
 
e vieni a casa mia
quando vuoi
nelle sere più che mai
dormi qui
te ne vai
sono sempre fatti tuoi
tanto sai
che quassù
male che ti vada avrò
tutta te se mi andrà
per una notte
 
che cazzo significa????