che bella gente che c’è in giro

i tratti del discorso non sono tra me e l’Essere Supremo, ma tra un altro essere umano normale e l’Essere Onnipotente.

“la mia prima blastula aveva un quoziente intellettivo molto superiore a quello che la quasi totalità del genere umano può vantare all’apice della propria forma neuronale”
e ancora …
“Ora, siccome ho dei seri dubbi, confortati dalla sostanza delle tue repliche, sul fatto che tu recepisca il messaggio proverò a spiegartelo nel modo più semplice possibile: le tenie come te devono affrontare un percorso evolutivo di parecchi milioni di anni per potersi, lontanamente, paragonare alla mia, famosa, prima blastula.”

“Quanto ai virus: attecchiscono su organismi già deboli, e fra l’appartenere a questi o a calamità stile Ebola preferisco la seconda scelta.”

“Già, che ci vuoi fare, la mia mente, obnubilata dalle nebule temporali e spaziali che affollano il mondo in cui viviamo, soverchia spesso le persone con cui mi ritrovo a disquisire.”

“gli studenti d’ingegneria talmente capaci da ritagliarsi intere settimane e che possono permettersi, comunque, di guardare i “colleghi” dall’alto in basso.”

“in una nazione in cui si concede diritto di parola a chi nasce in forma di ominide non mi meraviglia il fatto che si tenda a denigrare chi è, nei fatti, inarrivabile”

“l’adattarsi di cui parli, almeno in termini linguistici e sul piano dell’espressione di idee, è sintomatico del fatto che l’italiano medio – ciarliero, inutile e collegato appena al di sotto del livello “brodo primordiale””

“Certamente morirò un giorno, ma lo farò con la convinzione, avvalorata dai fatti, che la mia vita ha avuto più senso e “maggior peso specifico” di quella di una moltitudine strisciante.”

“la serietà nemmeno (continui a fare l’avvocato delle cause perse e non ti rendi conto di coprirti di ridicolo)”

ma a me il ridicolo sembra lui … vabbeh.
Secondo me se c’è gente del genere al mondo e nessuno la sopprime, vuol dire che l’apocalisse si sta avvicinando.